TUTTI I NOSTRI PRODOTTI SONO A MARCHIO CE
 

Perché scegliere una casa in legno?

case_in_legno_bio_haus
Chi decide di acquistare una casa esige alte prestazioni e le case di legno sono la scelta giusta:
sono solide,antisismiche, confortevoli,ecocompatibili,resistenti al fuoco,energeticamente efficienti e belle.                                                         Certo, la prima idea di casa di legno che normalmente viene in mente è lo chalet di montagna con i tronchi a vista o ancora ,la tipica villetta dei film hollywoodiani con le facciate a tavolati dipinti.                                                 In realtà una casa in legno, sotto il profilo estetico, è indistinguibile da un’altra realizzata con i materiali  tradizionali.                                                        
La struttura lignea, come il mattone, resta invisibile sotto l’intonaco.                   Il legno che compone la struttura della casa, infatti, è solo l’anima della parete, alla quale si aggiungono diversi materiali di isolamento e protezione, tali da creare uno spessore da 25 cm a 37 cm in relazione al tipo di classe energetica che si vuole raggiungere.                                                                             

              

Lo scopo di questo fascicolo è quello di far conoscere i benefici della scelta di una realizzazione in legno, con argomentazioni concrete, chiare e tangibili.         Il legno si sposa perfettamente con il design.                                                   L’aspetto della casa lo decide il cliente con il progettista: classico, moderno, innovativo, il legno non ha limiti in tal senso.                                                 

Il legno è un materiale estremamente leggero.                                                 Per questa ragione si adatta benissimo ad essere utilizzato in edifici già esistenti per ampliamenti e sopraelevazioni.                                                               In un tempo molto più breve che con altri materiali da costruzione, con il legno è possibile avere una maggiore  superficie utile senza compromettere la struttura esistente, diminuendo il peso delle pareti e della copertura, infatti, si ottiene un’area maggiore per sé e per la propria famiglia.                                             A parità di prestazioni (strutturali ed isolanti) il legno consente di ottenere pareti con spessore fino a circa il 50%  in meno rispetto alle tradizionali costruzioni: questo si traduce in un maggior spazio abitabile.                                               
Il legno utilizzato per costruire case è un materiale ecologico in tutti i sensi e totalmente rinnovabile.                                                                                   Il legno non è mai un rifiuto ed è riciclabile, una costruzione in legno non richiede le alte temperature degli altri materiali per la produzione, e se un giorno si vuole sostituire, non dovrà essere accumulato in una discarica.                     Il legno può essere trasformato e riutilizzato in modi differenti: dall’utilizzo come combustibile, alla produzione di pannelli, trucioli, alla produzione di carta, coibenti, concimi ed altro.                                                                             

L’industria del legno tutela la sua risorsa con sistemi produttivi certificati per la sostenibilità dell’intera filiera produttiva.                                                          I certificati PEFC e FSC garantiscono la Gestione Forestale Sostenibile: riforestazione programmata, abbattimento selettivo, tasso di utilizzo controllato, rispetto degli altri ecosistemi.                                                                         La  struttura in legno utilizzata al posto di un altro materiale da costruzione, permette una significativa riduzione di emissioni di C02 nell’atmosfera, causa del noto «effetto serra».                                                                                     Il legno, infatti, trattiene dentro di sé una notevole  quantità di CO2 per tutta la durata della sua vita.                                                                                   

La costruzione di una abitazione di 100 mq richiede l’impiego di 30/40 m3 di prodotti a base di legno, equivalente al taglio di circa 120 abeti che il bosco italiano impiega circa 15 secondi per riprodurre.                                               Una gestione forestale a lungo termine e la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera sono atti concreti che il legno ci regala per preservare il patrimonio più prezioso che possiamo lasciare ai nostri figli.                                             Trascorriamo il 75% della nostra vita in ambienti chiusi.                                 E di tutto questo tempo, almeno la metà nella nostra abitazione.                     Pertanto la qualità dei materiali con cui è costruita la nostra casa è indispensabile per il nostro equilibrio.                                                             


       


Chi abita una casa in legno sa cosa vogliono dire comfort, armonia, equilibrio, tranquillità, profumo, protezione: sensazioni piacevoli, ricorrenti.                       I fattori che contribuiscono a creare questo microclima ideale sono determinati soprattutto dal “volano igrometrico”: cioè la caratteristica tipica del legno di assorbire l’umidità in eccesso  e di rilasciarla  progressivamente nell’aria quando  questa diventa troppo secca.                                                                                                                                                                                           In altre parole il legno controlla in modo naturale il perfetto grado di umidificazione dell’ambiente in cui si soggiorna.                                               Con una casa in legno si risparmia sui consumi energetici.                                 L’edilizia strutturale in legno consente di limitare i cosiddetti ponti termici (una discontinuità nei materiali costruttivi che genera anomale  trasmissioni e dispersioni della temperatura), rendendo l’involucro degli edifici più protetto in ogni sua parte.                                                                                             Si garantisce così l’ottenimento di alte prestazioni energetiche.                                                                                                                                           Con il legno si può andare oltre, raggiungendo gli standard della casa passiva e, grazie all’utilizzo limitato di energia rinnovabile, si arriva  facilmente all’autosufficienza energetica.                                                                         Se  una tradizionale abitazione ha un fabbisogno energetico medio di 17 litri di gasolio al metro quadro di superficie riscaldata in un anno, una in Classe A riduce questo fabbisogno a 3 litri al metro quadro:  i cospicui risparmi sui consumi permettono un rientro dell’investimento iniziale in un arco di tempo davvero ridotto .                                                                                           
Dire che una casa in legno presenta un’ottima resistenza al fuoco, a qualcuno può sembrare una battuta scherzosa.                                                             Ma è la verità.   Il legno brucia, sì.     Ma brucia a strati, partendo dall'esterno.                                                                                                               Mentre gli strati esterni si carbonizzano, diventano isolanti e proteggono gli strati interni, i quali perdendo il proprio contenuto di vapore acqueo assumono una  resistenza meccanica al fuoco superiore ad altri materiali.                         Premesso che nessuna casa, di qualunque materiale sia costruita, potrà mai essere fatta per resistere ad un incendio (con le temperature che si sviluppano  – superiori ai 1000 gradi – cede anche la pietra) la struttura in legno in caso d’incendio ha una combustione uniforme, mantenendo dunque inalterati i suoi rapporti di forze fino alla completa consunzione del materiale, la quale però avviene in diverse ore, dando tutto il tempo a chi vi soggiorna di mettersi in salvo e di essere soccorso.                                                                     Questa è una delle ragioni per cui molte volte per edifici adibiti a grandi collettività le costruzioni il legno sono preferite a quelle progettate con altri materiali.                                                                                                     Una casa in legno è un investimento solido e duraturo che si trasmetterà per generazioni, conservando tutto il suo pregio e il suo valore.                             Lo dimostrano edifici storici in tutto il mondo, dalle pagode giapponesi, alle meravigliose chiese interamente in legno  della Norvegia.                                                                                                                                                   Prove storiche  sono anche il Ponte Vecchio di Bassano progettato dal Palladio e la nostra Venezia, che come noto è costruita su palafitte, ossia l’intera città poggia su tronchi di legno impiantati sul fondale della laguna.                            
         

Parlando di durata nel tempo, oggi non si può prescindere dal evidenziare come le case in legno resistano meglio ai terremoti.                                               L’edilizia strutturale in legno, infatti, costruita secondo i dovuti criteri statici, assorbe  meglio l’onda sismica ed ha una straordinaria resistenza al sisma.

 

                                                                             
 

SISTEMCASA BIOEDILIZIA*c.da Piana San Tommaso 11 -66052- Torino di Sangro (CH) * TEL. 349 18 04 992 *TEL/  FAX 0873 370462 * info@sistemcasabioedilizia.it *

  Site Map